Articoli in (c)Riproduzione Riservata


Pin It
Miliardari che guardano allo spazio per un turismo di nicchia destinato a facoltosi annoiati. Interessa a qualcuno?


Partiamo subito da un presupposto: ognuno con il proprio denaro fa quello che vuole. Ci sono plurimiliardari che misurano tutto con la lunghezza del loro razzo (Instagram è pieno di paragoni sulla lunghezza) per creare il "turismo spaziale" che interessa soltanto ad altri miliardari annoiati.

Noi, che siamo miseri mortali e che conosciamo la realtà - spesso dura - di chi è senza lavoro, senza casa, senza soldi guardiamo più in basso. Perché appare veramente un insulto alla povertà spendere tanto denaro per una cosa così inutile come il "turismo spaziale".

Si sa però che il povero guarda al ricco sempre con ammirazione e invidia per cui tende sempre a dar ragione a chi ha più soldi e non alla logica.




La riflessione è amara: quante persone si potevano aiutare con una parte di quei soldi spesi inutilmente? Quanti miliardi di dollari in fumo ogni volta che un razzo esplodeva nei test?

I miliardari parlano dei successi (ottenuti grazie al duro lavoro di altri che spesso non vengono nominati) e li pubblicizzano a gran voce ma i fallimenti - e sono numericamente maggiori rispetto ai successi - parlano poco. La loro immagine deve essere sempre quella del vincente ad ogni costo.

Perché dovremmo guardare con ammirazione ad uno spreco di risorse tanto enorme che porterà beneficio a pochissimi? Chi se ne frega se sono tanto ricchi da farsi costruire una nave spaziale (non la progettano loro, pagano altri ma si prendono i meriti)? E dopo? Per andare dove?

Non guardiamo oltre il cielo verso il vuoto perché c'è tanto vuoto anche sulla nostra Terra.
Si potevano impiegare delle risorse per migliorare il nostro Pianeta: piantare alberi, purificare acqua, scavare pozzi, costruire scuole e ospedali, dare cibo a chi non ne ha.

Da un lato osserviamo ogni anno migliaia e migliaia di persone che scappano dalle loro terre (africani, siriani, afghani per citare alcuni) nell'indifferenza generale e poi vediamo un pugno di miliardari osannati e ammirati da molti per progetti realizzati solo per altri miliardari.

Il grande poeta americano Charles Bukowski l'aveva scritto in "Dinosauria, We": "Born like this, into this,[...] Into a place where the masses elevate fools into rich heroes".

A noi della corsa allo spazio interessa molto poco. La vita è breve ed è una sola. Forse si può fare qualcosa in più per gli altri.
Le conquiste della scienza sono utili quando hanno assumono valore per la collettività altrimenti rimangono un affare privato.

G.B.F.

Sostieni l'informazione libera di Assud

1) Fai una donazione
2) Acquista un banner pubblicitario (contattaci)
3) Fai un acquisto su www.harleystiitalia.com
4) Se una pubblicità ti interessa cliccala
5) Condividi questo articolo
6) Seguici su Facebook

CLICCA E DONA CON PAYPAL

Assud non percepisce contributi pubblici per l'editoria, non riceve denaro da lobby e nessun giornalista è iscritto a partiti politici. Privandoci del denaro, gestito da politici o da affaristi, riusciamo a mantenerci liberi e indipendenti.








Cerca

Cerca in Google
 
Cerca in Assud
 

Podcast

In attesa dei podcast di Assud.it,
file audio Jazz da Bensound.com


Pagina del Player

Libro Bukowski e il cinema

Nuovo libro su Charles Bukowski

Fuck Hollywood
Bukowski e il cinema

Novità libro su Bukowski

Scontato su Shop Like a Bomber

Syndication

Tutti i contenuti e gli articoli su Assud.it sono a riproduzione riservata (c).
Le redazioni interessate a ripubblicare gli articoli possono contattarci.
Si chiede, cortesemente, di non fare copia&incolla.

Ads

Flash