Tony Currenti: il catanese alla batteria degli AC/DC in "High Voltage"


Tony Currenti registrò "High Voltage" degli AC/DCIntervista a Tony Currenti. Nel 1974 registrò 8 brani in "High Voltage", disco della band australiana Ac/Dc. Riscoperto nel 2014 da un giornalista che ha capito che lui era il Tony Kerrante indicato sulla copertina.

08-02-2017 Spettacoli

Approfondisci

La trasformazione di Google in Intelligenza Artificiale e le relazioni con il business …


Evento SEO 2017 - 13 dicembre 2016 - VicenzaGoogle e l'indice mobile e il suo processo di trasformazione in Intelligenza Artificiale e le relazioni con il business aziendale. Si è trattato del primo evento del genere in Italia ed è stato organizzato a Grisignano di Zocco (VI) presso Sanmarco Informatica spa lo scorso 13 dicembre 2016.

21-12-2016 Vicenza

Approfondisci

Condominio: non esiste il vivi e lascia vivere

"Vivi e lascia vivere". In condominio non esiste"Vivi e lascia vivere": la regola condominiale inesistente ideata da chi, probabilmente, non vuol rispettare le regole.

24-05-2015 Attualità

Approfondisci

Il Lider Maximo Fidel Castro è morto a 90 anni

E' morto Fidel CastroFidel Castro, leader maximo di Cuba, è morto a 90 anni lo scorso 25 novembre 2016. Era al potere dal 1959. L'uomo che ha incarnato l'ideale della rivoluzione. "Hasta la victoria siempre. Patria o muerte!".

27-11-2016 Esteri

Approfondisci


Unità in edicolaRitorna in edicola l'Unità: dopo un anno riecco nelle edicole il giornale fondato da Antonio Gramsci nel 1924.


30 giugno 2015: ritorna l'UnitàAccidenti, che emozione l'Unità. Sono le prime parole dell'editoriale del nuovo direttore Erasmo De Angelis.
E' tornato in edicola il giornale fondato da Antonio Gramsci nel 1924. Un grande giornale, una grande storia: la storia d'Italia.

Una grande emozione, ogni volta, anche per me. Ho scritto per un decennio (fino al 2009 se non ricordo male) su questo importante giornale. Ho scritto quando direttori erano Furio Colombo e Antonio Padellaro: una vera scuola di giornalismo. Ho scritto anche con direttori venuti dopo ma non è stata la stessa emozione: la scuola di giornalismo che porta con sé Furio Colombo, ad esempio, non è da tutti.

E così stamattina sono uscito presto da casa per andare in edicola (e dove vivo io non è una cosa semplice da farsi). Sono entrato in edicola e ho preso la mia copia dell'Unità. L'ho piegata in modo che la testata fosse bene in vista (un vezzo di sempre), ho pagato e sono andato a piedi verso l'auto sentendo di nuovo quella strana sensazione che solo chi ha scritto e letto per anni su queste pagine può capire.

Sfoglio il giornale già in auto. Motore spento: seduto lato guida. Divoro gli articoli.

"Troppi ministri, politici ed esponenti del PD - penso - tra le firme. Probabilmente solo perché si tratta del primo numero dopo un anno di assenza dalle edicole". Va bene anche questo. Nei prossimi giorni si vedrà.

Apro il giornale dall'ultima pagina. Cerco subito nelle pagine di Radar, cultura e spettacoli. C'è la firma di Stefania Scateni, era la mia responsabile Cultura, fa parte ancora della squadra. Bene.
Cerco un'altra grande firma: quella di Toni Jop, uno dei più grandi giornalisti di Spettacoli in Italia. Firma storica del giornale e cultura allo stato puro e mio caposervizio (un vero onore lavorare con lui ed averlo oggi come amico). Non la vedo. Incrocio le dita. Chissà che non compaia sui prossimi numeri. Almeno spero.

Il ritorno dell'Unità rappresenta un importante passo in avanti nel pluralismo dell'informazione. La voce dell'Unità è mancata e su questo non ci sono dubbi. Mi auguro che sia ancora una voce importante e un punto di vista differente dagli altri.

Il giornale è anche online su un sito rinnovato e gradevole. Estensione del sito .tv (TV  è l'estensione web dello Stato del Tuvalu, un gruppetto di isole della Polinesia).

Al direttore Erasmo D'Angelis gli auguri di rito: buon lavoro.

G.B.F.






Pin It

Flash

Ads