Tony Currenti: il catanese alla batteria degli AC/DC in "High Voltage"


Tony Currenti registrò "High Voltage" degli AC/DCIntervista a Tony Currenti. Nel 1974 registrò 8 brani in "High Voltage", disco della band australiana Ac/Dc. Riscoperto nel 2014 da un giornalista che ha capito che lui era il Tony Kerrante indicato sulla copertina.

08-02-2017 Spettacoli

Approfondisci

La trasformazione di Google in Intelligenza Artificiale e le relazioni con il business …


Evento SEO 2017 - 13 dicembre 2016 - VicenzaGoogle e l'indice mobile e il suo processo di trasformazione in Intelligenza Artificiale e le relazioni con il business aziendale. Si è trattato del primo evento del genere in Italia ed è stato organizzato a Grisignano di Zocco (VI) presso Sanmarco Informatica spa lo scorso 13 dicembre 2016.

21-12-2016 Vicenza

Approfondisci

Condominio: non esiste il vivi e lascia vivere

"Vivi e lascia vivere". In condominio non esiste"Vivi e lascia vivere": la regola condominiale inesistente ideata da chi, probabilmente, non vuol rispettare le regole.

24-05-2015 Attualità

Approfondisci

Domenica del Buon Ritorno: a Vicenza l'happy hour per i bikers


Il 3 giugno ricomincia la Domenica del Buon Ritorno: il momento di incontro con buffet gratuito dedicato a tutti i bikers che passeranno da Vicenza. Ad organizzare è il The Big a Torri di Quartesolo.

29-05-2018 Attualità

Approfondisci

Tasse, tasse, tasse. Si parla sempre e solo di prelievo fiscale.

Tasse: gli italiani ne pagano 100Non si starà esagerando con le tasse? Ce lo chiediamo da anni e poi scopriamo che ce ne sono sempre di più, sempre di nuove. Secondo la CGIA di Mestre gli italiani pagano 100 tasse diverse e garantiscono allo Stato 472 miliardi di euro di entrate tributarie. In media ogni italiano paga circa 12.000 euro di tasse ogni anno.

E così gli 80 euro concessi dal Governo, per chi li ha presi, sembrano arrivare per andare subito via. Altro che risveglio dell'economia. E' tutto un de profundis.

Tasse sulla casa, tassa sui servizi indivisibili, tassa sui rifiuti. Un incremento esagerato di anno in anno. E, quest'anno, hanno pagato anche gli inquilini delle case in affitto (che comunque pagano già affitti spesso salatissimi).

Prelievo fiscale in aumento anche sulle rendite finanziarie, sugli interessi dei conti correnti. Dal 20% al 26%. Non è poco. Aumentano in percentuale rispetto al saldo del conto corrente anche i bolli. Una piccola "patrimoniale" insomma. Altro che 80 euro.

I professionisti e gli artigiani dovranno avere il pos bancario (regalino alle amiche banche?) per evitare che possano evadere il fisco. Ben venga ma solo se è davvero utile a far pagare tutti per pagare meno.

Il punto cruciale però è un altro. Gli italiani pagano una montagna di tasse per far fare la bella vita ai signori della politica? Si dice che in Italia ci siano circa 160.000 politici di professione. Un vero esercito di persone che vive di soldi pubblici.

I servizi, invece, sono sempre più scadenti: scuola, sanità, strade, illuminazione pubblica, trasporti, cultura. Tutto va sempre peggio mentre migliorano le parallele (chi sono i proprietari?) attività private (in primis sanità e scuola).

Ma, dunque, perché paghiamo tutte queste tasse? Per scoprire che non si fanno infrastrutture e quelle poche che si fanno costano miliardi in mazzette (che vanno ai politici).

E' necessaria una svolta e questa può venire soltanto dalla riduzione delle tasse sul lavoro per favorire le nuove assunzioni e da una seria e trasparente attività della politica che deve assolutamente ricominciare ad investire in infrastrutture e, così, far circolare denaro. Senza gli investimenti da parte dello Stato non si va da nessuna parte.

Spremere sempre e solo i cittadini che hanno una busta paga o una pensione non è possibile.

G.B.F.

 (Immagine da internet)

 

 

 

Pin It

Libro Bukowski e il cinema

Nuovo libro su Charles Bukowski

Fuck Hollywood
Bukowski e il cinema

Novità libro su Bukowski

Su DonNitto Marketplace

T-shirt e accessori

Flash

Ads