Articoli in (c)Riproduzione Riservata


Pin It

Tredicesima in fumo grazie alle tasseDicembre: ma non era il mese in cui si guadagnava di più in virtù della tredicesima e dello stipendio? Oggi mi danno la busta paga ma scopro che...



La tredicesima sparita: divorata dalle tasse
C'era una volta la tredicesima. Sì è l'incipit di quelle che erano belle favole. Favole, come oggi è la tredicesima mensilità.

Onestamente credevo che a dicembre avrei guadagnato dei bei soldini. Ho atteso un anno per ricevere la mia tredicesima e, invece, scopro che è stata violentata, massacrata, abusata dalle tasse e dalle addizionali.

Ogni giorno si sente dire che le tasse scendono. Ovvio, con tante tv dalla parte del Governo, è facile far passare fesserie per realtà. Le tasse scendono. Davvero? Siamo sicuri?

La mia busta paga è lì che giace sofferente sul tavolo. Si vergogna e non vuol mostrarsi a me che la guardo ingiustamente con disprezzo e sdegno.

Ad essere onesti, sulla carta non sarebbe neanche male se non ci fossero tutte le voci relative alle tasse, alle addizionali locali e regionali, ai contributi da versare (per una pensione che non avrò mai). Ecco: la mia tredicesima è finita in tasse quasi per intero. E meno male che le tasse vanno via, le tasse scendono, le tasse spariscono, gli italiani pagano meno.

Si fa il gioco delle tre carte: lo Stato riduce le tasse e riduce i trasferimenti alle Regioni e agli Enti locali e questi ultimi sono costretti ad aumentare le addizionali. Per il cittadino cambierà poco in quanto sarà sempre solo lui a pagare mentre Stato, Regioni ed Enti locali si limiteranno a far scaricabarile l'uno con l'altro. Dimostrazione: il gioco delle tre carte è - ovviamente - un inganno.

Certo è che i nostri politici - alcuni dei quali rappresentanti di NESSUNO poiché non eletti ma solo "investiti" dalla risibile burocrazia italiana - ci dicono che l'Italia riparte.

L'Italia riparte? Certo che riparte: in tanti stanno facendo le valigie per emigrare verso Paesi più civili, più onesti, più equi del nostro.

Il Belpaese: una Nazione ridotta a barzelletta da bar da politicanti da varietà che non sanno far di meglio che raccontare agli italiani un Paese che non esiste. Un Paese senza opposizione: quelli che gridavano in piazza pochi anni fa oggi incredibilmente tacciono: registi, personaggi della cultura (in Italia c'è cultura?), giornalisti.
Eppure basterebbe fare un giretto alla Caritas o presso enti sociali e frequentare davvero le persone per capire che in Italia c'è tanta gente che sta male.

Certo, se noi guardiamo al nostro Paese, come se fosse il Paese dei balocchi, allora non guardiamo la realtà.

Il paese dei balocchi, quello della favola di Pinocchio in cui i bambini stolti diventavano asini. In Italia - sbalorditivo - alcuni diventano politici.

Staff



Cerca

Cerca in Google
 
Cerca in Assud
 

Podcast

In attesa dei podcast di Assud.it,
file audio Jazz da Bensound.com


Pagina del Player

Libro Bukowski e il cinema

Nuovo libro su Charles Bukowski

Fuck Hollywood
Bukowski e il cinema

Novità libro su Bukowski

Scontato su Shop Like a Bomber

Syndication

Tutti i contenuti e gli articoli su Assud.it sono a riproduzione riservata (c).
Le redazioni interessate a ripubblicare gli articoli possono contattarci.
Si chiede, cortesemente, di non fare copia&incolla.

Ads

Flash