Articoli in (c)Riproduzione Riservata


Pin It

Se ha fatto ridere milioni di persone, questa volta, Robin Williams è riuscito a farle piangere.

Robin Williams è morto suicida a 63 anni
Uno dei più grandi attori comici di tutti i tempi. Amato, benvoluto, stimato e tanto bravo. Un talento riconosciuto dai suoi colleghi attori di Hollywood e dagli attori di almeno mezzo mondo. E nonostante tutto Robin Williams ha ceduto - almeno così recita la notizia ufficiale - al mal di vivere, alla depressione.

Robin Williams, stimato attore di Hollywood e qualche problema con l'alcool,  è stato trovato morto nella sua casa di Tiburon, California. Morte per asfissia la motivazione ufficiale. Nessun dettaglio è stato fornito. Il suicidio, come riportano diversi media, è una delle ipotesi. Secondo un media americano (Ktvu - citato da Corriere.it), Williams, si sarebbe impiccato.

63 anni, Williams, è stato amato e seguito da milioni e milioni di persone. Lui è riuscito a farle ridere e a commuoverle con interpretazioni eccezionali. E in Italia anche grazie - non dimentichiamolo - ad un doppiaggio eccezionale (tra i più noti doppiatori italiani: Oreste Lionello, Carlo Valli e Marco Mete).

Oltre 60 film al suo attivo tra cui, cito a mente: Good Morning Vietnam, L'attimo fuggente, Risvegli, Hook, Mrs Doubtfire, Jumanji, Will Hunting (premio Oscar come attore non protagonista), Una notte al Museo 1-2-3 e tanti altri.
Ogni interpretazione diversa dall'altra: la sua abilità istrionica era eccezionale. Il suo viso era una maschera che si adattava ad ogni circostanza. Attori come lui ce ne sono davvero pochi.

Robin Williams non era uno dei personaggi da lui interpretati. Forse era, piuttosto, un po' di tutti loro. In ogni personaggio aveva trasfuso un po' di se stesso. Per favore smettiamola di paragonarlo a Patch Adams o al professore dell'Attimo fuggente. Non mischiamo i ruoli da attore con le persone reali (come quando - parlando di scrittori - si confondono ad arte l'autore reale e  quello implicito) . E' un esercizio sterile che offende la dignità e l'intelligenza delle persone.

Forse di premi Oscar ne avrebbe meritati di più. Gliene daranno di certo uno alla carriera. Quando va via un attore del suo calibro, il minimo è dargli un premio alla carriera.

Migliaia di messaggi di cordoglio diffusi su internet: da quello del Presidente Obama a quelli degli attori di Hollywood. Inutile riportarli qui: le frasi di circostanza servono solo a chi le proferisce.

Staff

(foto di Robin Williams da suo sito ufficiale)

Cerca

Cerca in Google
 
Cerca in Assud
 

Podcast

In attesa dei podcast di Assud.it,
file audio Jazz da Bensound.com


Pagina del Player

Libro Bukowski e il cinema

Nuovo libro su Charles Bukowski

Fuck Hollywood
Bukowski e il cinema

Novità libro su Bukowski

Scontato su Shop Like a Bomber

Syndication

Tutti i contenuti e gli articoli su Assud.it sono a riproduzione riservata (c).
Le redazioni interessate a ripubblicare gli articoli possono contattarci.
Si chiede, cortesemente, di non fare copia&incolla.

Ads

Flash