Cafè Racer: il sabato pomeriggio per i motociclisti è al Mada Cafè Club …

Cafè Racer è l'appuntamento del sabato pomeriggio per i motociclisti e i bikers al Mada Cafè & Club. Basta avere una due ruote a motore!
L'EVENTO E' STATO SPOSTATO AL 25 MAGGIO CAUSA MALTEMPO. IL 18 MAGGIO SI SVOLGERA' "ASPETTANDO CAFE' RACER".


01-05-2019 Veneto e Nordest

Approfondisci

Ineluttabile: che tristezza imparare questo termine da un film

Ineluttabile. In tanti hanno scoperto questo termine solo grazie a un film. Forse la gente dovrebbe ricominciare a leggere i libri.

01-05-2019 Cultura

Approfondisci

Condominio: non esiste il vivi e lascia vivere

"Vivi e lascia vivere". In condominio non esiste"Vivi e lascia vivere": la regola condominiale inesistente ideata da chi, probabilmente, non vuol rispettare le regole.

24-05-2015 Attualità

Approfondisci

Tony Currenti: il catanese alla batteria degli AC/DC in "High Voltage"


Tony Currenti registrò "High Voltage" degli AC/DCIntervista a Tony Currenti. Nel 1974 registrò 8 brani in "High Voltage", disco della band australiana Ac/Dc. Riscoperto nel 2014 da un giornalista che ha capito che lui era il Tony Kerrante indicato sulla copertina.

08-02-2017 Spettacoli

Approfondisci


Referendum 4 dicembre 2016Referendum SI o NO? Il problema di base non è solo la scelta ma il combinato con la legge elettorale. Una sola camera o due camere composte da politici nominati dai segretari di partito e non votati dalla gente non le vuole più nessuno. Gli italiani hanno diritto di votare i loro rappresentanti del territorio.


Al Referendum Costituzionale votare NO o si?
Il popolo italiano ha diritto di scegliere i propri rappresentanti. Pochissimi politici parlano di questo in quanto la speranza di essere "nominati" ancora una volta è sempre presente. Votare per rappresentanti "nominati" dai segretari di partito, priva gli italiani del diritto di scegliere i propri deputati e senatori.

Se il 4 dicembre 2016 gli italiani decideranno di abrogare la pessima riforma costituzionale del governo Renzi non otterranno ugualmente un diritto fondamentale: votare deputati e senatori del loro territorio.

Il combinato della Riforma Costituzionale e della legge elettorale "Italicum" ci consegnerebbe un uomo solo al comando seguito dai membri della Camera dei Deputati non scelti dai cittadini ma "nominati" dal segretario che avrà vinto la prima tornata elettorale utile. Una oscenità per qualunque democrazia.

Prima della Riforma della Costituzione, dunque, sarebbe opportuno che i politici italiani tornino nella realtà, rimettano i piedi per terra e comprendano che gli italiani vogliono di nuovo le preferenze.



Leggi elettorali che non consentono al cittadino di votare e scegliere sono una aberrazione della democrazia. E non basta che il governante di turno vada in tv a dire il contrario: l'aberrazione rimane nonostante lui abbia più visibilità mediatica. 

Se al Referendum vincesse il "NO" ci sarebbe margine per poter ridiscutere la legge elettorale. In caso contrario gli italiani consegneranno il Paese ad un solo uomo accettando l'idea di una forte deriva democratica.

Se il popolo vuole davvero i propri diritti lo dimostri con i fatti.

Staff





Pin It

Libro Bukowski e il cinema

Nuovo libro su Charles Bukowski

Fuck Hollywood
Bukowski e il cinema

Novità libro su Bukowski

Su MescalPeyoBook

Flash

Ads