Tony Currenti: il catanese alla batteria degli AC/DC in "High Voltage"


Tony Currenti registrò "High Voltage" degli AC/DCIntervista a Tony Currenti. Nel 1974 registrò 8 brani in "High Voltage", disco della band australiana Ac/Dc. Riscoperto nel 2014 da un giornalista che ha capito che lui era il Tony Kerrante indicato sulla copertina.

08-02-2017 Spettacoli

Approfondisci

La trasformazione di Google in Intelligenza Artificiale e le relazioni con il business …


Evento SEO 2017 - 13 dicembre 2016 - VicenzaGoogle e l'indice mobile e il suo processo di trasformazione in Intelligenza Artificiale e le relazioni con il business aziendale. Si è trattato del primo evento del genere in Italia ed è stato organizzato a Grisignano di Zocco (VI) presso Sanmarco Informatica spa lo scorso 13 dicembre 2016.

21-12-2016 Vicenza

Approfondisci

Condominio: non esiste il vivi e lascia vivere

"Vivi e lascia vivere". In condominio non esiste"Vivi e lascia vivere": la regola condominiale inesistente ideata da chi, probabilmente, non vuol rispettare le regole.

24-05-2015 Attualità

Approfondisci

Domenica del Buon Ritorno: a Vicenza l'happy hour per i bikers


Il 3 giugno ricomincia la Domenica del Buon Ritorno: il momento di incontro con buffet gratuito dedicato a tutti i bikers che passeranno da Vicenza. Ad organizzare è il The Big a Torri di Quartesolo.

29-05-2018 Attualità

Approfondisci


La priorità della politica è la riforma del Senato. E gli italiani senza lavoro e quelli ridotti in povertà?

In Italia si parla solo di Riforma del SenatoI politici e i loro compari dei media, quelli che hanno la tessera di partito in tasca, vogliono farci credere che la priorità sia la riforma del Senato. Sui media la priorità è ormai la riforma del Senato o meglio la sua trasformazione ai limiti dell'abolizione.

Un sistema di Garanzia contro derive autoritarie, il Senato, voluto dai padri della Costituzione che viene smantellato da un Governo di non eletti (siamo al terzo governo che "comanda" senza avere avuto l'autorizzazione dei cittadini). A cosa sta pensando in un momento di crisi come quello che viviamo? Pensa a togliere di mezzo il Senato.

Viviamo anni bui in cui la finanza e le banche hanno preso il posto della politica. Il vuoto politico e di rappresentanza che c'è in Italia è davvero qualcosa di spaventoso.

Prima hanno tolto le preferenze ai cittadini, così i partiti si sono arrogati il diritto di scegliere i candidati e gli eletti nel modo più semplice possibile. E in questo modo, in Parlamento, è entrato davvero chiunque. E questi signor-nessuno (nel senso che nessuno ha potuto scegliere se votarli o no) decidono che la priorità è una riforma costituzionale (povera Costituzione) che non serve a nessuno. Anzi no. A qualcuno, uno sparuto gruppetto di potenti, di certo serve visto che non si parla d'altro.

E intanto il cittadino italiano è sempre più povero. E datemi del populista se volete ma è la verità. Le ultime rilevazioni parlano di un incremento spaventoso della povertà. E che volete farci. E' la crisi bellezza. A chi comanda interessa solo la riforma del Senato (di cui vedremo e avvertiremo gli effetti tra breve).

Se le famiglie sono sempre più povere, del resto, è colpa della crisi. Mistificazione dell'incapacità a trovare soluzioni adeguate. E mentre la crisi attanaglia i più poveri assistiamo a strane assoluzioni in processi che hanno fatto scalpore in tutto il mondo. Da condanne eclatanti ad altre eclatanti assoluzioni. Perché l'importante è stare dalla parte giusta e avere un po' di potere.

Perché se sei un politico alla fine esci sempre dai guai. I problemi non li risolvi mai se sei un cittadino qualsiasi. Quelli si son dolori.

Cari signori politici: ridateci le preferenze che vi mandiamo tutti a casa. Fateci scegliere i rappresentanti del popolo e poi vediamo quanti di voi saranno ancora eletti.

Staff



Pin It

Libro Bukowski e il cinema

Nuovo libro su Charles Bukowski

Fuck Hollywood
Bukowski e il cinema

Novità libro su Bukowski

Su DonNitto Marketplace

T-shirt e accessori

Flash

Ads