Articoli in (c)Riproduzione Riservata


Pin It
"La ripartenza della scuola è il segno evidente della ripartenza dell'Italia. Lo ha detto il Presidente della Repubblica Mattarella.





"Oggi è un giorno speciale, di speranza e di impegno per l'intero Paese. Quest'anno a essere speciale è l'anno che comincia. Voi tornate tutti in aula. Dopo le tante sofferenze la ripartenza delle scuole è il segno più evidente della ripartenza dell'Italia. Con le scuole ripartono si riallacciano i fili che si erano interrotti, anzitutto lo studio, ma anche le relazioni e le amicizie, e questo trasmette energia a tutta la nostra comunità Nazionale. La scuola è ossigeno della società, il suo funzionamento è specchio di quello del Paese, abbiamo una scuola di valore, grazie agli insegnanti, al personale, agli studenti, sappiamo che ci sono aspetti che vanno migliorati, soffriamo ritardi antichi, inefficienza, diseguaglianze, non mancano le capacità per superarle".

"Vi sono state assunzioni, aule adeguate e le istituzioni a diversi livello hanno collaborato per la riapertura delle scuole. Serve una prospettiva strategica con il Pnrr per avere una scuola più moderna. Questo è l'investimento più intelligente e proficuo. La scuola è assolutamente centrale. Servono impegni concreti, progetti adeguati, assunzioni di responsabilità".

Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella da Pizzo Calabro per la cerimonia d'inaugurazione dell'anno scolastico.




Belle parole, senza dubbio. Rimane il fatto, però, che nonostante gli sforzi degli insegnanti e del personale della scuola per permettere la ripartenza i loro stipendi rimangono tra i più bassi della categoria in Europa.

Gli insegnanti, chiamati a compiti così importanti e riconosciuti anche dal Capo dello Stato, non dovrebbero continuare a percepire stipendi inadeguati per non dire "da fame". Arrivare a fine mese, per un insegnante, è diventato quasi impossibile.

Forse, oltre alle belle parole e ai complimenti, un aumento di stipendio congruo e rispettoso per chi lavora nella Scuola sarebbe anche giusto.

Staff




Sostieni l'informazione libera di Assud

1) Fai una donazione
2) Acquista un banner pubblicitario (contattaci)
3) Fai un acquisto su www.harleystiitalia.com
4) Condividi questo articolo
5) Seguici su Facebook

CLICCA E DONA CON PAYPAL

Assud non percepisce contributi pubblici per l'editoria, non riceve denaro da lobby e nessun giornalista è iscritto a partiti politici. Privandoci del denaro, gestito da politici o da affaristi, riusciamo a mantenerci liberi e indipendenti.


Cerca

Cerca in Google
 
Cerca in Assud
 

Podcast

In attesa dei podcast di Assud.it,
file audio Jazz da Bensound.com


Pagina del Player

Libro Bukowski e il cinema

Nuovo libro su Charles Bukowski

Fuck Hollywood
Bukowski e il cinema

Novità libro su Bukowski

Scontato su Shop Like a Bomber

Syndication

Tutti i contenuti e gli articoli su Assud.it sono a riproduzione riservata (c).
Le redazioni interessate a ripubblicare gli articoli possono contattarci.
Si chiede, cortesemente, di non fare copia&incolla.

Ads

Flash