Articoli in (c)Riproduzione Riservata


Pin It
Gli studenti, da sempre, sono tra le categorie più facilmente strumentalizzabili dalla politica. Perché sono giovani e senza esperienza. Tutti siano in sicurezza: studenti e personale della Scuola.


Diciamo la verità, da decenni gli studenti vengono strumentalizzati dalla politica per inviare messaggi. Adesso poche decine di alunni delle scuole, ripresi dalle telecamere (chi ha avvisato i giornalisti?) mentre stanno seduti fuori da una scuola a leggere due pagine di libro, vogliono far credere che tutti gli studenti vogliono tornare in classe.

A far da contraltare a questi validi studenti ci sono anche quelli che, candidamente, hanno ammesso che vogliono tornare a scuola per fare l'intervallo con gli amici.
Ci sia detto se i genitori dei pochi volenterosi ripresi dalle telecamere (pochi rispetto a tutta la popolazione scolastica) o se loro stessi (alcuni intervistati in tv sembrano piuttosto grandicelli) facciano politica attiva e in quale partito.

Quando ero giovane io, i più impegnati erano tutti politicizzati. Erano tutti dell'ultima classe e i genitori erano profondamente interessati alla politica.

Ma non perché non possa esser vero che una parte dei ragazzi voglia tornare a scuola. Anzi, ne siamo sicuri che - specie nei Licei - ci siano ragazzi volenterosi che vogliano tornare tra i banchi.
Siamo anche sicuri, però, che non siano la maggioranza degli studenti. A tanti piace stare senza far nulla: a giocare con i videogames e stare sui social (ma se lo fanno anche in classe!!!).
 
Perché? Perché giovani lo siamo stati tutti e un punto di ritrovo per vederci l'abbiamo sempre trovato. La socializzazione per i giovani non passa solo da scuola. Una motoretta, noi, l'avevamo tutti e più o meno riusciamo a spostarci. E noi, da giovani, non avevamo gli smartphone, Zoom, Google Meet, Whatsapp, Telegram.
Noi eravamo creativi e sapevamo dove incontrarci.




Ricordo che, in tutte le scuole che ho frequentato, c'era sempre un gruppetto di ragazzi che inventavano ogni diavoleria per far chiudere la scuola: chi allagava i bagni, chi chiedeva al prof di telefonare a casa perché si sentiva male e, invece, chiamava a scuola per dire che c'era una bomba (e scattava l'allarme, l'evacuazione e tutti a casa per due giorni).
Tutte azioni deprecabili, ovvio.

Poi c'erano gli scioperi perché non c'era gasolio per i riscaldamenti o perché nei bagni del terzo piano - quelli sempre chiusi - non usciva acqua dai rubinetti.
E poi si scioperava per il diritto alla scuola (forte questa!) o perché qualcuno giurava di aver visto un topo tra i banchi. Solo uno? Io ricordo certe pantegane nei sotterranei dove trascorsi un anno di scuola. Ormai facevano lezione con noi.

Diciamocela tutta. Strumentalizzare i ragazzi per scopi politici è una operazione abietta. I ragazzi sono sicuramente in buona fede.

Il consiglio che si può dare ai giovani è di non fidarsi di certa politica e di studiare. Leggere tanti libri, viaggiare, conoscere. Solo così i loro orizzonti mentali potranno davvero espandersi.

La politica italiana, specie quella degli ultimi 25-30 anni, è davvero di basso profilo e di un livello culturale bassissimo.

Tutta la popolazione scolastica, se si deve tornare in presenza, sia messa in sicurezza. Anche i docenti e il personale della scuola siano vaccinati contro il Covid 19. Più volte abbiamo sentito dire dai tanti esperti che i giovani possono essere asintomatici.
Non si capisce, allora, il perché del divieto ad andare a trovare i nonni (anziani e dunque più a rischio. E ci sono tanti docenti prossimi alla pensione, perché dovrebbero essere messi a rischio?).

Staff



Pin It

Leggi anche

Aprire i bar e i ristoranti che siano all'aperto e coprifuoco dalle 22 alle 23?

Harleysti Italia si organizza. Nicola Dalla Bona è il Presidente Nazionale

Il sonno della politica genera rabbia. Il "lavoretto" è la politica fatta male

Podcast

In attesa dei podcast di Assud.it,
file audio Jazz da Bensound.com


Pagina del Player

PREZZIBASSI.SHOP


Prodotti a prezzi bassi

Tanti prodotti a PREZZI BASSI

www.prezzibassi.shop


Libro Bukowski e il cinema

Nuovo libro su Charles Bukowski

Fuck Hollywood
Bukowski e il cinema

Novità libro su Bukowski

Su MescalPeyoBook

Syndication

Tutti i contenuti e gli articoli su Assud.it sono a riproduzione riservata (c).
Le redazioni interessate a ripubblicare gli articoli possono contattarci.
Si chiede, cortesemente, di non fare copia&incolla.

Flash

Ads