Tony Currenti: il catanese alla batteria degli AC/DC in "High Voltage"


Tony Currenti registrò "High Voltage" degli AC/DCIntervista a Tony Currenti. Nel 1974 registrò 8 brani in "High Voltage", disco della band australiana Ac/Dc. Riscoperto nel 2014 da un giornalista che ha capito che lui era il Tony Kerrante indicato sulla copertina.

08-02-2017 Spettacoli

Approfondisci

La trasformazione di Google in Intelligenza Artificiale e le relazioni con il business …


Evento SEO 2017 - 13 dicembre 2016 - VicenzaGoogle e l'indice mobile e il suo processo di trasformazione in Intelligenza Artificiale e le relazioni con il business aziendale. Si è trattato del primo evento del genere in Italia ed è stato organizzato a Grisignano di Zocco (VI) presso Sanmarco Informatica spa lo scorso 13 dicembre 2016.

21-12-2016 Vicenza

Approfondisci

Condominio: non esiste il vivi e lascia vivere

"Vivi e lascia vivere". In condominio non esiste"Vivi e lascia vivere": la regola condominiale inesistente ideata da chi, probabilmente, non vuol rispettare le regole.

24-05-2015 Attualità

Approfondisci

Domenica del Buon Ritorno: a Vicenza l'happy hour per i bikers


Il 3 giugno ricomincia la Domenica del Buon Ritorno: il momento di incontro con buffet gratuito dedicato a tutti i bikers che passeranno da Vicenza. Ad organizzare è il The Big a Torri di Quartesolo.

29-05-2018 Attualità

Approfondisci

Le elezioni politiche ci consegnano un'immagine dell'Italia suddivisa tra Centrodestra e Movimento 5 Stelle. La Sicilia è un caso eccezionale in quanto di recente i siciliani erano stati chiamati ad eleggere il Consiglio Regionale.


Italia dopo il voto del 4 marzo al Senato e alla CameraMissione compiuta. La Sinistra italiana è stata cancellata, in pratica, dalla mappa politica italiana come ci mostra questa immagine trovata nel web e che ripubblichiamo.

Che il Governo Renzi stesse lavorando davvero male, seguito da quello di Gentiloni, era sotto gli occhi di tutti. E i risultati sono evidenti.

La cancellazione dell'articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, preceduto dalla legge Fornero del Governo "Tecnico" di Monti, hanno è stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso.

Gli 80 euro al mese, a fronte del canone Rai in bolletta e i continui aumenti di gas ed elettricità, non hanno certo favorito un Governo che doveva essere dalla parte della gente. La poca trasparenza nella gestione delle crisi bancarie - e in Veneto ne sappiamo qualcosa - ha fatto il resto. La Sinistra è praticamente sparita anche se non sono spariti coloro i quali sono disposti a votarla purché la Sinistra "faccia cose di sinistra" e non di destra come è stato negli ultimi anni.

La sostanza è che in Italia l'ideologia politica si è persa nell'ignoranza dei politici disposti solo a dare credito a lobby finanziarie. Appare palese come della gente non interessi niente a nessuno e come, in soldoni, vinca le elezioni chi promette le cose che non potranno mai essere realizzate.

In campagna elettorale nessuno ha parlato di copertura delle spese promesse. Adesso voglio vedere come il M5S potrà dare un reddito di cittadinanza a tantissimi cittadini che se lo aspettano e che già chiedono informazioni nei CAF (beata ignoranza e santo analfabetismo) oppure vorrei vedere come si potrà realizzare la flat tax al 23% promessa da Berlusconi.

La stravagante gestione della questione migranti, costata miliardi e miliardi di euro ha dato il colpo di grazia ad una Sinistra troppo lontana dai bisogni della gente.

Sono davvero curioso di sentirmi dire, tra un paio di mesi, "io? non ho votato né M5S né Centrodestra". Così come nessuno delle persone da me interpellate aveva votato il PD del 41% alle Europee, al momento della cancellazione dell'articolo 18.

Mi stupisce il caso Sicilia. Solo nel novembre scorso i siciliani avevano votato Centrodestra affidando la Regione a Nello Musumeci, amatissimo ex Presidente della Provincia di Catania. Adesso cappotto del M5S.
La mia domanda è: "ma in base a cosa hanno votato in Sicilia a novembre 2017 e a marzo 2018?". I risultati sono incredibili.

Mi auguro un Governo del M5S così vediamo quante richieste di reddito di cittadinanza arriveranno dagli italiani. Personalmente sono molto curioso di sapere quanti siciliani chiederanno il reddito di cittadinanza (in caso di Governo M5S).  La vera risorsa dell'isola, un tempo, era l'agricoltura specie - nel catanese - per le arance rosse.


In campagna però non ci vuole lavorare più nessuno: oggi l'aspirazione più diffusa è ottenere un posto da Forestale o un classico lavoro al Comune. Magari una cattedra da professore nella scuola giusto dietro l'angolo di casa. L'ambito posto fisso.

Io, in Sicilia ci sono nato,  e vissuto 32 anni e ho cominciato a lavorare a 17 anni e da allora non mi sono mai fermato. Fin quando, però, me ne sono andato in Veneto, la Regione più produttiva d'Italia dove il lavoro è una religione, perché - per me - l'indolenza e la lentezza di troppe persone era un problema e un freno alla mia voglia di fare.

Reddito di cittadinanza? Ma stiamo scherzando? Elargire soldi a pioggia a chi non è produttivo? Siete seri? Piuttosto dare incentivi a chi ricomincia a lavorare la terra al fine di produrre reddito.

E come sempre quelli come me che lavorano tra 15 e 18 ore al giorno devono mantenere una massa di persone non produttive - per sfortuna o per scelta.
E come si dovrebbero abbassare le tasse al 23% se si dovranno mantenere migliaia - se non milioni - di persone non produttive?

L'esito delle urne ci porta verso una grande delusione per tantissime persone. Le promesse sono state troppo esagerate e come sempre "il popolo" se l'è bevute con l'imbuto.

Prosit.
Pin It

Libro Bukowski e il cinema

Nuovo libro su Charles Bukowski

Fuck Hollywood
Bukowski e il cinema

Novità libro su Bukowski

Su DonNitto Marketplace

Flash

Ads