Tony Currenti: il catanese alla batteria degli AC/DC in "High Voltage"


Tony Currenti registrò "High Voltage" degli AC/DCIntervista a Tony Currenti. Nel 1974 registrò 8 brani in "High Voltage", disco della band australiana Ac/Dc. Riscoperto nel 2014 da un giornalista che ha capito che lui era il Tony Kerrante indicato sulla copertina.

08-02-2017 Spettacoli

Approfondisci

La trasformazione di Google in Intelligenza Artificiale e le relazioni con il business …


Evento SEO 2017 - 13 dicembre 2016 - VicenzaGoogle e l'indice mobile e il suo processo di trasformazione in Intelligenza Artificiale e le relazioni con il business aziendale. Si è trattato del primo evento del genere in Italia ed è stato organizzato a Grisignano di Zocco (VI) presso Sanmarco Informatica spa lo scorso 13 dicembre 2016.

21-12-2016 Vicenza

Approfondisci

Condominio: non esiste il vivi e lascia vivere

"Vivi e lascia vivere". In condominio non esiste"Vivi e lascia vivere": la regola condominiale inesistente ideata da chi, probabilmente, non vuol rispettare le regole.

24-05-2015 Attualità

Approfondisci

Il Lider Maximo Fidel Castro è morto a 90 anni

E' morto Fidel CastroFidel Castro, leader maximo di Cuba, è morto a 90 anni lo scorso 25 novembre 2016. Era al potere dal 1959. L'uomo che ha incarnato l'ideale della rivoluzione. "Hasta la victoria siempre. Patria o muerte!".

27-11-2016 Esteri

Approfondisci


Juventus in finale di Coppa Italia contro la LazioLa Juventus approda per la terza volta di fila alla finale di Coppa Italia dopo aver eliminato il Napoli. In finale, il 2 giugno, incontrerà la Lazio che ha eliminato la Roma.


Juventus in finale di Coppa Italia contro la LazioLa finale di Coppa Italia sarà tra Juventus e Lazio. Nelle semifinali la Juventus ha battuto il Napoli mentre la Lazio ha eliminato i rivali della Roma.

Per la terza volta consecutiva, ed è una nota da storia del calcio, la Juventus è in finale di Coppa Italia.
In corsa anche per il sesto scudetto consecutivo e ancora in corsa per la Champions League sebbene l'impegno con il Barcellona non sarà facile.


Il Pipita Higuain ha colpito anche nel ritorno di semifinale con una doppietta. Un goal anche all'andata.

C'è da dire che il Napoli ha vinto 3 a 2 grazie alla goffa papera del portiere bianconero Neto. Senza questo infelice evento, che fa parte del gioco del calcio e dunque può accadere, sarebbe finita in parità. Nulla di stratosferico, insomma.

Chi tifa contro la Juventus, insomma, può solo continuare a rosicare e inventare scuse. I numeri parlano chiaro.

Affermare di "uscire a testa alta" conta poco o nulla quando sono gli avversari, che non si è riusciti a battere, ad andare a giocare la finale.
Si tratta di una scusa politicamente corretta per dire che, in realtà, i perdenti perdono e i vincitori vincono. Affermare altro con pindarici giochi di parole equivale a parlare del sesso degli angeli.

Nel calcio si vince e si perde. Basta. Chi ha perso può recriminare, inventare scuse, parlarsi addosso e lamentarsi. Si perde. Bisogna imparare anche a perdere. Ci sono tifosi che non imparano mai. Pazienza.

La Juventus, insomma, continua ad essere la squadra da battere nonostante - oltre agli avversari in campo - si trovi a dover fronteggiare anche un nutrito stuolo di commentatori sportivi che da anni rosicano peggio di certi ultras.

La finale di Coppa Italia si giocherà a Roma, allo Stadio Olimpico, il 2 giugno. Il fattore campo potrebbe essere a favore della Lazio.

Staff





Pin It

Flash

Ads