Articoli in (c)Riproduzione Riservata


Pin It
Scuola: 215 mila insegnanti e operatori scolastici non sono ancora vaccinati. A settembre la scuola sia in sicurezza.

Tornare a scuola in sicurezza. Per settembre tutto deve essere pronto per evitare rischi derivanti da varianti Covid e, soprattutto, evitare contagi e chiusure.

L'insegnamento in Dad (Didattica a Distanza) può anche funzionare ma non deve diventare la modalità di riferimento. I giovani hanno bisogno di studiare, di fare delle verifiche, di socializzare tra di loro, di ridere, scherzare. E devono anche imparare a stare in compagnia e a rispettare le regole della scuola.

I giovani, insomma, hanno bisogno anche di essere formati alla vita di ogni giorno e non solo di studiare approfittando, capita, della distanza per copiare da siti web i loro compiti per casa.




Non si sono vaccinate circa 215 mila persone tra insegnanti e operatori. Non sono moltissimi ma è necessario ridurre questo grande numero di persone.

I dubbi sui vaccini, sull'assenza di studi nel tempo, sulla "sperimentazione di massa" ci sono tutti. Inutile negarlo. Per avere dati certi su un farmaco possono volerci degli anni. E' anche vero che la quantità enorme di denaro speso dagli Stati per far sviluppare i vaccini può aver dato un boost, una grande spinta, alla ricerca scientifica.

La scuola, come gli uffici pubblici e le strutture sanitarie (pubbliche e private sovvenzionate), dovrebbe essere sempre in sicurezza. Per rispetto del cittadino utente. Non si parla della professionalità degli operatori - non è questo il tema. Un servizio in un luogo pubblico dovrebbe essere sempre sicuro per il cittadino. Almeno in linea di principio.

I docenti e gli operatori scolastici che si sono vaccinati nell'immediato (quando è stato loro chiesto) e hanno completato gli ultimi mesi dell'anno scolastico appena concluso in sicurezza dovrebbero essere premiati in qualche modo. Perché in fondo anche loro sono eroi e non hanno percepito premi in denaro o stipendi da favola come altre categorie.

La scuola, Covid o no, a settembre dovrà riaprire senza tentennamenti e senza chiusure altalenanti. Il tempo per organizzare il tutto c'è: trasporti e vaccini. Non c'è tempo da perdere.

Staff

Sostieni l'informazione libera di Assud

1) Fai una donazione
2) Acquista un banner pubblicitario (contattaci)
3) Fai un acquisto su www.harleystiitalia.com
4) Condividi questo articolo
5) Seguici su Facebook

CLICCA E DONA CON PAYPAL

Assud non è finanziato da Governi stranieri e non pubblica notizie di propaganda russa, cinese o di altri Stati.
Assud, trattandosi di un blog senza periodicità fissa, non percepisce contributi pubblici per l'editoria, non riceve denaro da lobby e nessun autore di testi è iscritto a partiti politici. Privandoci del denaro, gestito da politici o da affaristi, riusciamo a mantenere le nostre idee libere e davvero indipendenti.



Leggi anche

Ucraina: la propaganda russa non funziona più

Ucraina: perché non fanno negoziare le donne?

Ucraina: è una guerra privata di Putin e non di tutto il popolo russo

Cerca

Cerca in Google
 
Cerca in Assud
 

Podcast

In attesa dei podcast di Assud.it,
file audio Jazz da Bensound.com


Pagina del Player

Libro Bukowski e il cinema

Nuovo libro su Charles Bukowski

Fuck Hollywood
Bukowski e il cinema

Novità libro su Bukowski

Scontato su Shop Like a Bomber

Syndication

Tutti i contenuti e gli articoli su Assud.it sono a riproduzione riservata (c).
Le redazioni interessate a ripubblicare gli articoli possono contattarci.
Si chiede, cortesemente, di non fare copia&incolla.

Ads

Flash