Articoli in (c)Riproduzione Riservata


Pin It
Bozza del decreto Covid: stato di emergenza prorogato al 31 dicembre 2021 ma non è chiaro il perché. Green Pass nei ristoranti al chiuso, nei cinema e nelle palestre dal 5 agosto. Discoteche chiuse. Supermercati però da sempre aperti. Il virus non va al supermercato.

Perché i supermercati sono sempre rimasti aperti se c'è in corso una pandemia e siamo alle prese, da 1 anno e mezzo, con un virus mortale? Non ce ne vogliano i signori della grande distribuzione ma in tanti supermercati non si fanno più controlli e, ogni giorno, centinaia di clienti toccano, prendono, posano, prodotti.

Chi ci garantisce che al supermercato non ci siano persone ammalate di Covid che, magari prima di noi, hanno preso e poi posato decine di prodotti (come facciamo tutti). Chi ci garantisce che il cliente del supermercato abbia igienizzato le mani? Beh, chi ci garantisce che il cliente non abbia malattie peggiori del Covid?

Deve essere un virus classista. Di quelli snob. Di quelli che manda gli altri a far la spesa per lui.

E così, con buona pace degli italiani e senza un perché in quanto i dati non sono in realtà così allarmanti, si potrebbe ricominciare a chiudere e a limitare. Ovviamente chi è munito di Green Pass potrà andare al cinema, potrà andare in palestra, potrà andare al ristorante al chiuso.

Tutto ancora ipotetico in quanto si tratta della bozza del nuovo Decreto Covid che, se approvato, avrà efficacia dal 5 agosto. La speranza, piuttosto vana, è che chi deve decidere sia in grado di trovare soluzioni alternative alle chiusure.

Allo stadio e ai concerti live solo con il Green Pass. In quanti sarà stabilito a breve.

Tamponi a pagamento. Si obbliga la gente a vivere in Stato di Emergenza ma i tamponi se li dovrà pagare. Forse prezzi ridotti per gli under 18.

Quarantena anche per i vaccinati se entrano in contatto con un contagiato. Incredibile. Forse sarà mini-quarantena ma non è chiaro.

Ancora zone colorate che, davvero, non hanno più senso in questi termini. Valori troppo bassi. Sembra che si abbia una gran voglia di chiudere e di esercitare il potere sulla gente. Non è possibile ricominciare in questo modo.
La nostra politica non è in grado, evidentemente, di trovare soluzioni.
Ricordatevi di questi signori quando si andrà a votare.

Zona gialla. 10% per le terapie intensive e al 15% per i reparti ordinari.

Zona arancione. 20% di occupazione dei posti disponibili per le terapie intensive e al 30% per le aree mediche.

Zona rossa. Terapie intensive più del 30% e i reparti ordinari più del 40%.

E intanto le discoteche, a quanto pare, resteranno chiuse. Per qualcuno nelle Istituzioni la discoteca deve essere il male assoluto: forse era talmente sfigato da giovane che non lo facevano neanche entrare.

Scuola. Pare ci sarà obbligo vaccinale nella scuola.




Privacy. A chi è demandato il compito di controllare se il Green Pass sia effettivamente di chi dichiara di esserne il titolare? Quando si scarica il Certificato Verde se ne può scaricare anche il solo QrCode che, ovviamente, non si può leggere con normali app.
A chi è demandata la privacy sanitaria dell'utente che va in un locale? E chi si deve occupare del trattamento di dati sensibili come quelli sanitari?

Ci dobbiamo fidare del personal trainer o del pizzaiolo? E loro, avranno dei lettori speciali per stabilire se davvero il QrCode sia della persona che lo mostra?

Il Green Pass si può anche stampare in modalità cartacea ma non è obbligatorio farlo. Lo si può mostrare dal telefono.
E non ci vuole un genio dell'informatica per creare una versione falsa di un Green Pass. E' un semplicissimo file pdf e ci sono un sacco di software gratis che permettono la modifica.
Di Green Pass se ne trovano già online nel dark web e, probabilmente, su siti web.

Insomma la questione Green Pass è altra triste fuffa che rischia solo di danneggiare ancora le imprese, gli imprenditori, i dipendenti dei ristoranti, dei cinema, delle palestre, delle fiere, dei centri termali e delle attività coinvolte in questa altra discutibilissima decisione.

"Il potere logora chi non ce l'ha" diceva Giulio Andreotti ed è palese che, chi lo gusta, non vuole più smettere di averne.




Intanto, senza dati esaustivi ed allarmanti (pochissime migliaia di contagiati su decine di milioni di italiani e pochissimi decessi per quanto possa essere triste), lo Stato di Emergenza viene prolungato al 31 dicembre 2021. Perché?

Intanto dall'Europa fanno sapere che arriveranno i primi soldi dei PNRR (il 13% circa del totale). Durante lo Stato di Emergenza i fondi pubblici si possono spendere più velocemente.
Non vediamo l'ora di vedere spesi milioni di euro per banchi a rotelle o schiocchezze simili.

Cari italiani, vaccinatevi come abbiamo fatto noi altrimenti non finisce più e a qualcuno sembra piacere pure troppo.

A Vicenza, intanto, 34 dipendenti no-vax dell'Azienda Sanitaria sono stati sospesi e privati dello stipendio.

Staff

Sostieni l'informazione libera di Assud

1) Fai una donazione
2) Acquista un banner pubblicitario (contattaci)
3) Fai un acquisto su www.harleystiitalia.com
4) Condividi questo articolo
5) Seguici su Facebook

CLICCA E DONA CON PAYPAL

Assud non percepisce contributi pubblici per l'editoria, non riceve denaro da lobby e nessun giornalista è iscritto a partiti politici. Privandoci del denaro, gestito da politici o da affaristi, riusciamo a mantenerci liberi e indipendenti.








Leggi anche

Discoteche: riapertura al 50% con Green Pass. Si poteva fare di più

Amministrative: quando la gente non vota allora non c'è fiducia nella politica

Covid 19. Il CTS aumenta la capienza per sport e spettacoli. Discoteche ancora c

Cerca

Cerca in Google
 
Cerca in Assud
 

Podcast

In attesa dei podcast di Assud.it,
file audio Jazz da Bensound.com


Pagina del Player

Libro Bukowski e il cinema

Nuovo libro su Charles Bukowski

Fuck Hollywood
Bukowski e il cinema

Novità libro su Bukowski

Scontato su Shop Like a Bomber

Syndication

Tutti i contenuti e gli articoli su Assud.it sono a riproduzione riservata (c).
Le redazioni interessate a ripubblicare gli articoli possono contattarci.
Si chiede, cortesemente, di non fare copia&incolla.

Ads

Flash