Articoli in (c)Riproduzione Riservata


Pin It
Un altro mese chiusi in casa per l'incapacità politica di venire incontro alle esigenze dei lavoratori. E tante persone non accederanno neanche ai sostegni (ammesso che arrivino). Riaprire tutto.


Ancora è marzo ma sappiamo già che dovremo stare chiusi in casa anche tutto aprile: fino al 1° maggio. Data che, si spera, possa essere quella della riapertura e del ritorno alla possibilità di lavorare. La scuola riaprirà dopo Pasqua, fino alla prima media, così molti genitori potranno andare a lavorare e avranno un posto sicuro dove lasciare i figli.

E' inutile, assolutamente inutile, che il Presidente Draghi ci dica che questo è l'anno in cui "i soldi si danno e non si chiedono". Primo perché i soldi sono pochi, secondo perché molte persone non riceveranno un euro (giornalisti autonomi a reddito zero chi li aiuta?) e terzo perché la gente onesta, seria e capace vuole lavorare e non essere una parassita sociale. Al di là, ovvio, di chi ha davvero bisogno di aiuto.

Stare chiusi un altro mese è ingiusto, inutile e infondato. Costringono la gente in casa da un anno con ristoranti, locali, bar, palestre, piscine, teatri, cinema, scuole chiusi e i contagi non sono diminuiti anzi sono aumentati.

A cosa è servito impoverire gli italiani, distruggere le loro vite? Non è quello che gli italiani vogliono e non lo vogliono da persone non elette come Conte o Draghi. Si candidino e prendano i voti prima di decidere per tutti.





Siamo tutti più poveri, tutti senza prospettive, tutti in fase depressiva perché vogliamo lavorare e non dipendere da una classe politica inadeguata, incapace e inetta. Una emergenza è un fatto non prevedibile che dura un breve periodo poiché le si pone rimedio. Dopo più di un anno la gestione della pandemia è diventata una presa in giro con i locali a fare ancora da capro espiatorio: l'hanno capito tutti che il virus non si prende perché si va al cinema o perché si mangia una pizza al ristorante.

Chiudendo i locali si è favorito l'assembramento nelle case, nelle ville, negli appartamenti e il tutto senza alcun controllo.
Nei locali aperti, come ASSUD sostiene da tempo, ci sarebbe stato molto più controllo. A patto, però, che ci sia una classe politica davvero illuminata, capace, preparata.

Basta con i politici che parlano da settimane, negli studi televisivi, di riapertura e poi sostegnono il governo e le sue chiusure. Basta prendere in giro la gente.

In Italia politici capaci non se ne vedono da decenni.

Staff


Sostieni l'informazione libera di Assud:
1) Fai una donazione
2) Acquista un banner pubblicitario (contattaci)
3) Se una pubblicità ti interessa cliccala
4) Condividi questo articolo
5) Seguici su Facebook


UN PICCOLO GESTO PER SOSTENERE

L'INFORMAZIONE LIBERA DI ASSUD

CLICCA E DONA CON PAYPAL


Pin It

Leggi anche

"Io Apro": le richieste al Governo Draghi. Assud: riaprire subito in sicurezza

Covid 19 - I lavoratori protestano a Roma mentre si "comincia" a parlare di riap

Covid 19 - Vaccino AstraZeneca: tutto fa pensare a un boicottaggio

Podcast

In attesa dei podcast di Assud.it,
file audio Jazz da Bensound.com


Pagina del Player

PREZZIBASSI.SHOP


Prodotti a prezzi bassi

Tanti prodotti a PREZZI BASSI

www.prezzibassi.shop


Libro Bukowski e il cinema

Nuovo libro su Charles Bukowski

Fuck Hollywood
Bukowski e il cinema

Novità libro su Bukowski

Su MescalPeyoBook

Syndication

Tutti i contenuti e gli articoli su Assud.it sono a riproduzione riservata (c).
Le redazioni interessate a ripubblicare gli articoli possono contattarci.
Si chiede, cortesemente, di non fare copia&incolla.

Flash

Ads