Articoli in (c)Riproduzione Riservata


Pin It
La propaganda russa si è insinuata, negli ultimi 20 anni, nella poco vivace vita culturale italiana. Si rimane sconcertati nel guardare la tv, leggere alcuni giornali, ascoltare le opinioni sull'aggressione vigliacca all'Ucraina.




Che l'Italia, e non è l'unica in Europa (vedi la Francia), fosse avviluppata dal triste e cupo velo della propaganda nazionalista russa lo si sapeva. Non si pensava, però, che potesse essere così tanta e così violenta.
Opinionisti in tv, sui giornali, su internet e in radio rilanciano i comunicati della propaganda putiniana. Sconcertante.

E così vediamo Putin seduto al "tavolo delle buone notizie" che confabula con il suo ministro della difesa sulla caduta di Mariupol (notizia smentita da Stati Uniti e altre nazioni occidentali). 
Si tratta di un mero tentativo di dare almeno un piccolo significato a questa inutile e fallimentare guerra. Un teatrino con cui Putin può avvicinarsi alle celebrazioni del 9 maggio.

Un po' come aver diffuso la notizia che la nave da guerra Moskva sia "affondata" e l'equipaggio sia stato tratto in salvo. Falso. E' stata affondata e molti marinai sono morti (basta cercare sui VKontakte, il social russo e leggere i post delle mogli dei marinai). Un altro Kursk.

In realtà la Russia perde su tutti i fronti: in Ucraina ha già perso la faccia e la credibilità. Questa guerra ha ridimensionato l'idea di forza e grandezza che la stessa propaganda aveva diffuso. Abbiamo visto un popolo, quello russo, che sta perdendo migliaia di giovani mandati allo sbando (al fronte, a morire). Soldati russi che stuprano donne e bambini. Soldati russi che sparano a donne, anziani e bambini. Soldati russi che sparano persino a cani e gatti. 
La Russia ha dato mostra di disumana ferocia e inutile violenza. E nonostante questo non riesce a chiudere questa partita. Sebbene opinionisti e amici di Putin si perdano in lodi e difese sperticate quanto inutili.

L'Occidente sta isolando la Russia su ogni fronte: economico, sportivo, sociale. Una sconfitta per tutti i russi che continuano ad abbeverarsi colpevolmente alla propaganda del loro leader.




L'Ucraina resiste per un'idea che il popolo russo non conosce: la libertà. Nessuno che ha assaggiato il gusto della libertà riesce a privarsene.
E, dunque, gli opinionisti putiniani stanno perdendo le staffe. In tv gridano perché nessuno li ascolta e li prende sul serio. Solo quella fetta di popolazione più ignorante e culturalmente compromessa che crede ancora che chi siede su una sedia in uno studio televisivo sia una persona importante.

E così vediamo gente in tv che sbraita e accusa: "La guerra l'ha voluta la Nato". Dunque anche l'Italia che della Nato fa parte? E qui siamo alla fantapolitica e alle fantasciocchezze. Di fake news ne abbiamo lette, durante questi due mesi di aggressione e sistematico genocidio del popolo ucraino, in quantità industriali e di molte abbiamo quasi riso per non piangere.

L'occidente, la Nato, l'Europa: ma quando mai è stato dichiarato di voler fare guerra alla Russia? La propaganda russa non funziona più. Non ha funzionato.
Putin pensava di poter fare tutto ciò che voleva dopo aver coltivato e sovvenzionato tanti "amici". E ha sbagliato i suoi calcoli.

Putin, invece di punire i propri generali e consiglieri, dovrebbe punire se stesso poiché l'errore più grande probabilmente l'ha fatto proprio lui.

Staff




Sostieni l'informazione libera di Assud

1) Fai una donazione
2) Acquista un banner pubblicitario (contattaci)
3) Fai un acquisto su www.harleystiitalia.com
4) Condividi questo articolo
5) Seguici su Facebook

CLICCA E DONA CON PAYPAL

Assud non è finanziato da Governi stranieri e non pubblica notizie di propaganda russa, cinese o di altri Stati.
Assud, trattandosi di un blog senza periodicità fissa, non percepisce contributi pubblici per l'editoria, non riceve denaro da lobby e nessun autore di testi è iscritto a partiti politici. Privandoci del denaro, gestito da politici o da affaristi, riusciamo a mantenere le nostre idee libere e davvero indipendenti.



Leggi anche

Ucraina: perché non fanno negoziare le donne?

Ucraina: la Russia chiude i social. Assud: "usiamo i social russi per diffondere

Ucraina: Putin continua il genocidio mentre l'Occidente chiacchiera e pensa ai s

Cerca

Cerca in Google
 
Cerca in Assud
 

Podcast

In attesa dei podcast di Assud.it,
file audio Jazz da Bensound.com


Pagina del Player

Libro Bukowski e il cinema

Nuovo libro su Charles Bukowski

Fuck Hollywood
Bukowski e il cinema

Novità libro su Bukowski

Scontato su Shop Like a Bomber

Syndication

Tutti i contenuti e gli articoli su Assud.it sono a riproduzione riservata (c).
Le redazioni interessate a ripubblicare gli articoli possono contattarci.
Si chiede, cortesemente, di non fare copia&incolla.

Ads

Flash