Articoli in (c)Riproduzione Riservata


Pin It

Ricomincia la serie A. La squadra da battere adesso è l'Inter di Simone Inzaghi. Si spera in una stagione normale con il pubblico sempre sugli spalti.


Si riparte! Tre mesi dopo il campionato di calcio più strano di sempre (giocato per tutta la stagione a porte chiuse causa Covid,  con diverse partite rinviate per via degli innumerevoli focolai sviluppatisi nelle varie squadre e uno Juventus-Napoli con la partita di ritorno giocata addirittura prima di quella di andata), ricomincia finalmente la Serie A!

Si riparte con i Campioni d’Italia dell’Inter orfani di Antonio Conte, del bomber Lukaku e del forte terzino marocchino Achraf Hakimi. I tre hanno preso direzioni diverse, ma in comune hanno il fatto di aver dovuto lasciare l’Inter a causa della situazione economica non esattamente rosea della società nerazzurra.

A prendere le redini dell’Inter è stato Simone Inzaghi, che dovrà dimostrare di essere all’altezza di una cosiddetta “grande”: le prestazioni fornite alla guida della Lazio sembrano poter dare credito all’allenatore piacentino, ma una piazza calda come quella interista (specie senza gli uomini-simbolo del 19°Scudetto) può essere molto pericolosa! Dzeko deve invece far dimenticare Lukaku nei cuori dei tifosi interisti, sperando che la Carta d’Identità non lo tradisca (35 anni compiuti lo scorso marzo).




A seguire, la Juventus che torna dopo 2 anni nelle mani di Max Allegri, dopo le non fortunatissime parentesi di Sarri e Pirlo, che hanno comunque portato alla conquista di uno Scudetto, una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana. Non male per chi parla di fallimento bianconero!

La Vecchia Signora riparte più o meno da dove ha concluso lo scorso anno, con gli innesti dei giovani Locatelli (fresco Campione D’Europa con la Nazionale) a centrocampo e Kaio Jorge in attacco.

Resta in dubbio la presenza di Cristiano Ronaldo, che però ha per ora smentito qualsiasi voce sulla sua possibile cessione. Certo, ci si aspettava di più dalla Juventus dopo l’acquisto di uno dei due migliori calciatori attualmente in attività!

Juve e Inter saranno impegnate sia nella lotta Scudetto che in quella per la conquista della Champions.




Interessante come sempre l’Atalanta di Gasperini, che ha trattenuto i suoi uomini migliori per puntare dritta all’obiettivo scudetto. Sono ormai diverse stagioni che la Dea diverte, ma è mancato quel salto di qualità necessario. Chissà che gli acquisti di Demiral (forte difensore centrale proveniente dalla Juventus) e Musso (ormai ex portiere dell’Udinese) non contruibuscano a fare del sogno realtà!

Il Milan riparte dalle certezze dell’anno scorso (secondo in classifica) e dagli acquisti di Florenzi (ex Roma e PSG) e Giroud, prolifico attaccante francese Campione d’Europa col Chelsea. Pioli ha già stupito nell’ultimo anno e mezzo e dunque anche i rossoneri sono chiamati al salto di qualità!




Dopo la delusione per la mancata qualificazione in Champions, il Napoli ha deciso di ricominciare da Luciano Spalletti, mantenendo pressoché la squadra dello scorso anno, con Osimhen, Mertens e Insigne a guidare l’attacco. Squadra che vince non si cambia, si dice. Il Napoli, però, ha un palmarès un po’ scarno rispetto alle qualità che mostra in campo. Non è detto che mantenere la stessa squadra sia comunque una mossa errata. Solo il campo potrà dirlo!

La Roma invece è ripartita dallo Special One Josè Mourinho, che mancava dall’Italia dalla conquista del Triplete con l’Inter (2009/10) e ha un po’ tribolato in Inghilterra nelle ultime stagioni, pur conquistando la Premier nel 2015 con il Chelsea e l’Europa League due anni dopo con il Manchester United.

Mourinho arriva in una piazza se possibile ancor più calda di quella interista e starà alle sue capacità di manager trasformare la Roma in una squadra imbattibile.




New entry di questa stagione sono Salernitana (che mancava dal 1998/99), Venezia (dal 2001/02) ed Empoli, che torna in Serie A dopo 3 stagioni. Insieme a tutte le altre “piccole”, dovranno darsi battaglia per evitare lo spettro della retrocessione.

Con la speranza che sia un campionato combattuto, godibile e con il pubblico a riempire (seppur ancora solamente per metà) gli stadi, vi auguriamo buon campionato!

Si comincia sabato 21 agosto 2021 alle 18:30 con Inter-Genoa!

Noi di Assud seguiremo tutto il campionato, raccontandovelo giornata per giornata!
Non perdete dunque tutti i nostri aggiornamenti che riguardano la Serie A 2021/22!

E.F.

Sostieni l'informazione libera di Assud

1) Fai una donazione
2) Acquista un banner pubblicitario (contattaci)
3) Fai un acquisto su www.harleystiitalia.com
4) Se una pubblicità ti interessa cliccala
5) Condividi questo articolo
6) Seguici su Facebook

CLICCA E DONA CON PAYPAL

Assud non percepisce contributi pubblici per l'editoria, non riceve denaro da lobby e nessun giornalista è iscritto a partiti politici. Privandoci del denaro, gestito da politici o da affaristi, riusciamo a mantenerci liberi e indipendenti.







Cerca

Cerca in Google
 
Cerca in Assud
 

Podcast

In attesa dei podcast di Assud.it,
file audio Jazz da Bensound.com


Pagina del Player

Libro Bukowski e il cinema

Nuovo libro su Charles Bukowski

Fuck Hollywood
Bukowski e il cinema

Novità libro su Bukowski

Scontato su Shop Like a Bomber

Syndication

Tutti i contenuti e gli articoli su Assud.it sono a riproduzione riservata (c).
Le redazioni interessate a ripubblicare gli articoli possono contattarci.
Si chiede, cortesemente, di non fare copia&incolla.

Ads

Flash