Articoli in (c)Riproduzione Riservata


Pin It
Possibile che in un Paese importante come l'Italia si faccia solo caos? La nostra classe politica è inadeguata. Aprire i locali che sono all'aperto e coprifuoco, forse, dalle 22 alle 23. Che presa in giro disgustosa.
Le proposte di riapertura di Assud.


L'errore è degli elettori. Se oggi ci troviamo in questa situazione di chiusure senza perché, di politici che non sanno cosa fare, di soluzioni che sono fuffa ma sbandierate come il bene supremo, è solo colpa di chi vota e della gente che ha votato. Votate meglio la prossima volta: evitate chi sta governando oggi.

La classe politica italiana è inadeguata. Non ha saputo gestire la pandemia e sembra non conoscere il mondo delle realtà produttive e delle aziende. Chi governa oggi sembra non conoscere il mondo delle aziende, delle partite iva, del settore privato.

Chi governa oggi dimostra non sapere come si gestisca un bar, una discoteca, una palestra, una piscina, un ristorante. Dimostra di non sapere come vivono i tecnici del teatro e i lavoratori del settore del cinema.

Lo scollamento tra la politica, che vive di lauti stipendi pubblici, e l'imprenditoria privata è enorme.
Tra chi continua a dire che bisogna tenere tutto chiuso "perché c'è il virus" cattivo e infame (che si trova sugli autobus ma non nelle scuole, sic! ma si può dire sciocchezze del genere?) e chi vuole tornare a lavorare perché ormai abbiamo capito tutti due cose: 1) il virus e la pandemia sono un grande business che fa muovere un sacco di miliardi; 2) è un virus e si trova ovunque: probabilmente circola anche nell'aria che respiriamo (non è molto credibile che il veicolo siano solo le persone).

Il senatore Gianluigi Paragone evoca, per fare chiarezza e non per giustizialismo, l'intervento delle Procure perché, in fondo, ne basterebbero una o due per far capire cosa stia accadendo in Italia da quasi un anno e mezzo.

Di quasi accertato c'è, ed ormai è chiaro, che il virus circola e che le chiusure non servono a niente o a molto poco (siamo il Paese al mondo con più chiusure e più morti). Del resto - anche a ristoranti aperti - la gente che si è fatta convincere dal terrore mediatico creato ad arte (perché la paura fa vendere i giornali) non andrebbe lo stesso.

Terrore, Morte, Delazione, Violenza psicologica, Menzogna: gli ingredienti ci sono tutti per convincere i più deboli che è necessario stare al chiuso dentro casa. Magari con le porte interne chiuse a chiave e la luce spenta così il virus non vi vede (sì è sarcasmo, ok?). Questo modello di vita, che qualcuno osanna e spera di attuare, ci fa schifo.

Non è mai stato chiarito perché i supermercati siano sempre stati superaffollati (in quello dove vado io campeggia il cartello "max persone consentite 564"). 564 non è un assembramento considerato che si tratta di un luogo chiuso?

Perché 564 persone (ma chi le conta che non c'è nessuno a contare ingressi e uscite?) possono assembrarsi dalle 9 alle 20 ogni giorno e poche persone non possono mangiare una pizza o bere in compagnia di 4 amici?
Non si sa. Non è dato sapere quale sia la reale motivazione scientifica di questo scempio. Però nei ristoranti sulle Autostrade c'è sempre il tutto esaurito! Altro mistero. Il virus cattivo e malefico non va in autostrada. Già.

E così a furia di vedere decisioni incredibili e fuori dalla logica i ristoratori, le partite iva, i titolari delle palestre, la gente del teatro e tutto quel mondo di indotto relativo alle pr, alla pubblicità, alla musica, ai dj, ai grafici, ai web designer, ai social media marketer, è insorto.

Un'emergenza si chiama emergenza in quanto non prevedibile e la cui durata è breve poiché le si pone rimedio. In teoria a meno che a qualcuno non piaccia esercitare il potere chiudendo la gente a casa.
In Lingua Italiana le parole hanno significato: nel politichese, invece, tutto diventa senza senso. Esattamente come le decisioni prese per non decidere.




Decidere di aprire solo i locali all'aperto vuol dire tenere tutto chiuso. Ci prendono in giro? Si credono intelligenti? Pensano di essere scaltri? No. Han fatto solo una pessima figura.

Spostare il coprifuoco (il coprifuoco per un virus che si trova ovunque? Davvero?) dalle 22 alle 23 è un'altra sciocchezza impressionante.
Bisogna togliere questa demenzialità del coprifuoco. Han trasformato la comunicazione in una comunicazione di guerra quando non ce n'è alcun bisogno. Si sta prendendo in giro e si sta offendendo l'intelligenza di chi lavora da una vita e di chi non ce la fa più.

Proposte serie e fattibili da attuare subito? Le fa Assud:
  • Togliere il coprifuoco
  • Riaprire tutti i locali con protocolli di sicurezza almeno fino alla mezzanotte durante la settimana e alle due di notte nel fine settimana
  • Togliere le zone colorate
  • Scuole al 50% ad esclusione delle classi Quinte superiori che dovranno sostenere esami di maturità
  • Calmierare i prezzi nella Grande Distribuzione (è stato concesso di far miliardi)
  • Riaprire palestre, piscine, teatri, cinema, sale bingo, discoteche al 70% della capienza con prenotazione e protocolli di sicurezza
  • Vaccinare

Se in Spagna, Inghliterra, Europa del Nord si può convivere con il virus (sono andati anche a votare) non si capisce perché in Italia non sia possibile. Forse il Covid 19 ama l'Italia e come tutti vuol risiedere qui. Già. Diteci anche questa sciocchezza così le abbiamo sentite davvero tutte.

Non è possibile e accettabile che da oltre un anno il settore della movida e della vita nottura sia stato completamente dimenticato da uno Stato che però batte cassa quando deve intascare le tasse.

Le finte riaperture o le riaperture fuffa scattano dal 26 aprile. Bisognerebbe, invece, cominciare a pensare a pianificare a cosa potrà accadere a ottobre/novembre.

La nostra inadeguata politica, però, vive alla giornata. Draghi doveva prendere in mano la situazione ma è diventato il Conte ter. La crisi di Governo è stata una inutile perdita di tempo.

Il Presidente Mattarella avrebbe potuto mandarci a votare e sarebbe stato più accettabile della ignobile miseria quotidiana cui siamo costretti.

Staff

Sostieni l'informazione libera di Assud

1) Fai una donazione
2) Acquista un banner pubblicitario (contattaci)
3) Fai un acquisto su www.harleystiitalia.com
4) Se una pubblicità ti interessa cliccala
5) Condividi questo articolo
6) Seguici su Facebook

CLICCA E DONA CON PAYPAL


LA FRASE
di Henry David Thoreau

“Tutti gli uomini riconoscono il diritto alla rivoluzione, quindi il diritto di rifiutare l'obbedienza, e d'opporre resistenza al governo, quando la sua tirannia o la sua inefficienza siano grandi ed intollerabili.”



Pin It

Podcast

In attesa dei podcast di Assud.it,
file audio Jazz da Bensound.com


Pagina del Player


Prodotti a prezzi bassi

Tanti prodotti a PREZZI BASSI

www.prezzibassi.shop


Libro Bukowski e il cinema

Nuovo libro su Charles Bukowski

Fuck Hollywood
Bukowski e il cinema

Novità libro su Bukowski

Su MescalPeyoBook

Syndication

Tutti i contenuti e gli articoli su Assud.it sono a riproduzione riservata (c).
Le redazioni interessate a ripubblicare gli articoli possono contattarci.
Si chiede, cortesemente, di non fare copia&incolla.

Flash

Ads