Tony Currenti: il catanese alla batteria degli AC/DC in "High Voltage"


Tony Currenti registrò "High Voltage" degli AC/DCIntervista a Tony Currenti. Nel 1974 registrò 8 brani in "High Voltage", disco della band australiana Ac/Dc. Riscoperto nel 2014 da un giornalista che ha capito che lui era il Tony Kerrante indicato sulla copertina.

08-02-2017 Spettacoli

Approfondisci

La trasformazione di Google in Intelligenza Artificiale e le relazioni con il business …


Evento SEO 2017 - 13 dicembre 2016 - VicenzaGoogle e l'indice mobile e il suo processo di trasformazione in Intelligenza Artificiale e le relazioni con il business aziendale. Si è trattato del primo evento del genere in Italia ed è stato organizzato a Grisignano di Zocco (VI) presso Sanmarco Informatica spa lo scorso 13 dicembre 2016.

21-12-2016 Vicenza

Approfondisci

Condominio: non esiste il vivi e lascia vivere

"Vivi e lascia vivere". In condominio non esiste"Vivi e lascia vivere": la regola condominiale inesistente ideata da chi, probabilmente, non vuol rispettare le regole.

24-05-2015 Attualità

Approfondisci

Il Lider Maximo Fidel Castro è morto a 90 anni

E' morto Fidel CastroFidel Castro, leader maximo di Cuba, è morto a 90 anni lo scorso 25 novembre 2016. Era al potere dal 1959. L'uomo che ha incarnato l'ideale della rivoluzione. "Hasta la victoria siempre. Patria o muerte!".

27-11-2016 Esteri

Approfondisci


La Grecia torna alla Dracma?Tutti hanno da ridire sulla Grecia. Tutti sono diventati economisti "de noartri". Tutti sentono il bisogno di giudicare i greci. Stare dalla parte della Germania è sempre più facile... ma "i greci siamo anche noi".

Bandiera grecaMai viste tante intromissioni nella vita di uno Stato. Mai viste tante intromissioni indebite come nel caso della Grecia. Uno Stato - i cui governi hanno sbagliato tanto in passato - e una popolazione che vengono tartassati ogni giorno neanche fossero una masnada di delinquenti.

Mi piace ricordare che quando la Grecia era la culla della civiltà e della democrazia, altre aree del Nord Europa erano popolate da orde di barbari incolti e rozzi che pensavano solo a sopraffare gli altri (e questa cosa non mi è nuova!).

E' vero che in Grecia, i governi precedenti a Tsipras, hanno consentito alla popolazione di vivere meglio di quanto non fosse possibile. Certo sarebbe bello poterlo fare tutti ma i conti, i dannati conti e la dannata finanza, prima o poi saltano fuori. Giusto che i conti si facciano e che il bilancio di uno Stato, come quello di una famiglia, sia in regola.

Ogni famiglia, però, deve essere lasciata libera di regolarsi da sé. E da qui il referendum greco sul "si" o il "no" ai rapporti con la Troika e le ingerenze dell'Europa.

Al di là dei debiti e dei conti (e scopro che l'Italia un giorno è il Paese dei 50 milioni di allenatori di calcio e il giorno dopo è il Paese dei 50 milioni di commercialisti) ritengo che le intromissioni di Germania e altri paesi europei nella vita quotidiana dei greci sia intollerabile e non apprezzabile. Chiunque si stia divertendo a guardare il popolo greco in difficoltà, a guardare i pensionati disperati che non riescono a riscuotere in banca una manciata di euro per sopravvivere... chiunque si stia divertendo a tifare facilmente Germania contro i Greci (e non è calcio), ottiene solo disprezzo.

Far pagare ad un grande popolo gli errori della politica è un vero insulto alla democrazia. Difendere soltanto gli interessi delle banche (fino ad ora l'Europa non ha fatto altro) e della finanza in nome del dio denaro è deprecabile. Questa Europa è deprecabile, chi tifa Germania è deprecabile, chi non ha cuore le sorti del pensionato e del lavoratore greco è deprecabile. L'italiano medio che non riesce a comprendere, nella sua offuscata e ottusa visione delle cose, che egli stesso è greco merita disprezzo.

Il caso della Grecia poteva cambiare l'Europa. Trasformarla da Banca a correntista (ossia renderla più umana) - per usare un paragone con la quotidianità. Alcuni Stati europei, ovviamente, sulla crisi di altri Stati Europei guadagnano e si arricchiscono. I Paesi più forti diventano sempre più forti. Ecco la nostra Europa: una grande immensa banca che non concede niente ai piccoli correntisti ma che concede molto agli stessi banchieri.

Noi italiani non è che si stia tanto meglio dei cugini Greci. La differenza è che tanti di noi - forse troppo impegnati con il calciomercato - non hanno seguito con attenzione cosa stesse accadendo. Si sono limitati a tifare Germania che, del resto ha anche vinto i mondiali di Calcio. Ecco tutto combacia. L'italiano medio tifa solo per i più forti e si lascia dominare e controllare senza reagire come imbambolato, intrappolato in un sogno oscuro e dolciastro. E' dominato dai forti e dunque crede di essere forte.

Questa Europa di banche e di niente altro non serve a niente. L'Italia conta poco meno di nulla e la chiusura delle frontiere di Francia, Austria, Svizzera nella questione "Migranti" è la controprova.

A me questa Europa fa orrore.

Ecco, smetto di scrivere, non vorrei che il ticchettio della tastiera possa darvi fastidio e svegliarvi. Dormite, dormite ancora.

G.B.F.

Pin It

Flash

Ads