Vietato copiare i contenuti (c)Riproduzione Riservata

Juventus, penalizzazione, Superlega, tifosi. E' ora di mettere in campo la diplomazia e trovare una soluzione. La Juventus, secondo molti, paga il tentativo di creare una Lega alternativa.




Juventus di nuovo penalizzata. Dieci punti per la questione assurda e grottesca delle plusvalenze (che fanno tutte le società e che non si fanno da soli dunque non andrebbe punita solo la Juventus).

Ormai, per molti commentatori e per moltissimi tifosi (non solo della Juventus) sui social, l'idea comune è che la Juventus paghi il tentativo di qualche anno fa di creare la Superlega.

Il calcolo dei punti di penalizzazione, la posizione in classifica in cui è scivolata la Vecchia Signora, l'annuncio dato 10 minuti prima della partita contro l'Empoli, hanno fatto pensare a tifosi e molti commentatori che ci sia stato un disegno preciso: la volontà di escludere la Juventus dalle competizioni europee.
Non giustizia, dunque.




Rimangono in piedi la questione stipendi e un possibile intervento dell'UEFA. La  Juventus, insomma, per quanto orgoglio possa mettere nel controbattere e nel rivolgersi al Collegio di Garanzia del Coni o alla Giustizia ordinaria, ne uscirà - probabilmente - con le ossa rotte.

A questo punto sarebbe meglio cercare un accordo e una "pace" con la FIGC. Cosa? Accettare i 10 punti di penalizzazione e rinunciare in modo chiaro e inequivocabile alla Superlega. Perderà per un anno le competizioni europee ma, dopo, potrà nuovamente pianificare e programmare.




Certo non è stato un bel campionato. Penalizzazioni, ricorsi, nuove penalizzazioni. Sarebbe giusto, come ha detto l'ex juventino Cannavaro, che la giustizia sportiva intervenga a fine campionato. Almeno per evitare caos e confusioni.

I tifosi bianconeri continuano a promuovere lo sciopero del tifo televisivo e dei diritti tv; lo sciopero contro quei giornali e quei giornalisti che hanno dimenticato la deontologia per sbandierare il loro credo sportivo e attaccare i bianconeri.
Scelte da tifosi dettate dal cuore e dalla fede calcistica.

Bisognerebbe, invece, fare tutti la propria parte e tornare nell'alveo del dialogo e non dello scontro.
Oggi tocca alla Juve: se si continua così domani potrebbe toccare ad altre società. Sarebbe meglio chiudere questo capitolo tanto triste, iniquo e orrendo del calcio italiano.

Staff





Sostieni Assud

1) Fai una donazione
2) Fai un acquisto su uno degli shop promossi
3) Fai un acquisto su www.harleystiitalia.com
4) Seguici su Facebook



CLICCA E DONA CON PAYPAL



Assud è un blog senza periodicità fissa





Italiano Medio

Cari amici musulmani,
non vi piace l'Italia?
Non vi piacciono la nostra
cultura e il nostro
modo di vivere?
Tornate a casa vostra.
Non diventeremo
musulmani per voi.




Business online

Denti bianchissimi

Libro Bukowski e il cinema

Nuovo libro su Charles Bukowski

Fuck Hollywood
Bukowski e il cinema

Novità libro su Bukowski

Su MescalPeyoBook.it

Syndication

Tutti i contenuti di Assud.it sono a riproduzione riservata (c).
Si chiede, cortesemente, di non fare copia&incolla.

Ads


Riposare bene

Flash

Foodspring