Articoli in (c)Riproduzione Riservata


Pin It
"Non dare armi all'Ucraina". Un messaggio condivisibile ma il punto è un altro: come avrebbero dovuto e come dovrebbero difendersi gli ucraini dall'aggressione russa? Nessuno lo spiega.




La guerra non piace neanche a noi di Assud. Siamo per la pace. Sia chiaro. Allo stesso tempo, però, siamo dell'idea che l'occidente debba inviare armi all'Ucraina per consentire ad una nazione invasa - senza motivo - di difendersi.

Sentiamo ogni giorno opinionisti e politici ripetere il messaggio, che è lo stesso di Putin: "non dare armi all'Ucraina". Dal lato russo, però, non abbiamo sentito messaggi di pace o di "fine della guerra" per cui il dubbio che rimane è sempre uno: il popolo ucraino come dovrebbe difendersi dalla vigliacca aggressione dei russi? Con le pietre?




Siamo chiari: la guerra è un orrore, è paura, è lacrime, disperazione, è sangue e morte. Non c'è nulla di bello o di eroico nella guerra. E questa in Ucraina è una guerra che si poteva risparmiare a tutti poiché i disagi per gli europei non sono pochi.
La Russia di Putin è l'unica responsabile di questa situazione e il suo continuo far ricorso alle fake news e alla propaganda, per giustificare l'invasione dell'Ucraina, è diventato grottesco e insopportabile.

Nessuno Stato occidentale voleva invadere la Russia, la Nato non voleva attaccare la Russia, gli Stati Uniti non volevano attaccare la Russia, l'Italia stessa è sempre stata amica (anche troppo!) della Russia.
La "sindrome da accerchiamento" di cui i russi soffrono è ormai una scusa patologica che serve a giustificare la nostalgia per l'ex URSS: la grande madre Russia non c'è più ma i russi non se ne sono ancora accorti.




Le armi all'Ucraina devono essere fornite. Non si vedono altre soluzioni all'orizzonte: la pace non la vuole praticamente nessuno dei due contendenti.
Forse dal lato occidentale, il presidente degli Stati Uniti - Biden - potrebbe mettere in atto una politica più moderata e più rivolta alla pace. Gettare benzina sul fuoco è facile quando il problema non tocca la tua Nazione.
I nostri politici e i nostri media, probabilmente, potrebbero tenere un atteggiamento più distaccato dalla propaganda: sia targata USA sia targata Russia. Stare sempre lì a fare "muro contro muro" non serve niente.

Incredibile poi come in Italia la destra e l'estrema destra siano più vicine alle posizioni dei comunisti russi di Putin mentre gli ex comunisti italiani siano dalla parte della Nato e degli Stati Uniti.
L'Italia è quel Paese che nella Letteratura Distopica potrebbe essere definito come "Mondo alla rovescia".

Staff




Sostieni l'informazione libera di Assud

1) Fai una donazione
2) Acquista un banner pubblicitario (contattaci)
3) Fai un acquisto su www.harleystiitalia.com
4) Condividi questo articolo
5) Seguici su Facebook

CLICCA E DONA CON PAYPAL

Assud non è finanziato da Governi stranieri e non pubblica notizie di propaganda russa, cinese o di altri Stati.
Assud, trattandosi di un blog senza periodicità fissa, non percepisce contributi pubblici per l'editoria, non riceve denaro da lobby e nessun autore di testi è iscritto a partiti politici. Privandoci del denaro, gestito da politici o da affaristi, riusciamo a mantenere le nostre idee libere e davvero indipendenti.



Syndication

Tutti i contenuti e gli articoli su Assud.it sono a riproduzione riservata (c).
Le redazioni interessate a ripubblicare gli articoli possono contattarci.
Si chiede, cortesemente, di non fare copia&incolla.

Integratori Vhansek


Ads

Flash